Cause infertilità maschile

Cause infertilità maschile e fattori a rischio

Le cause di infertilità maschile più comuni sono rappresentate da alterazioni della produzione o del trasporto dello sperma e dalla diminuzione del testosterone (ipogonadismo).

La sterilità maschile può derivare da una patologia già presente alla nascita (congenita) o può svilupparsi successivamente (acquisita). Cause comuni di sterilità maschile includono le seguenti:

  • Chemioterapia
  • Anomalie nell’ apparato genitale (testicolo non disceso o assente)
  • Presenza di ostruzioni nell’ apparato genitale
  • Malattie varie (fibrosi cistica, anemia falciforme, malattie sessualmente trasmissibili)
  • Disfunzioni ormonali (causate da alterazioni dell’asse ipotalamo-ipofisiario)
  • Infezioni (per esempio prostatite, epididimite , orchite)
  • Traumi (per esempio un trauma testicolare)
  • Farmaci (antipertensivi, FANS)
  • Eiaculazione retrograda (circostanza patologica in cui lo sperma refluisce nella vescica durante l’eiaculazione)
  • Malattia sistemica (ad esempio febbre alta, infezione, malattia del rene)
  • Tumore del testicolo
  • Varicocele

brea-infertilita-maschile

 

L’eiaculazione retrograda si verifica in caso di danno ai muscoli o ai nervi del collo della vescica e determina la mancata chiusura dello stesso durante l’eiaculazione.

Può essere causata da chirurgia della vescica, da un difetto congenito dell’uretra o della vescica o da una patologia neurologica. Una eiaculazione diminuita o “asciutta”, oppure una urina di colore grigiastro successiva ad una eiaculazione sono i sintomi di questo problema.

Cause Infertilità Maschile
Cause infertilità maschile: alterazioni della produzione o del trasporto dello sperma.

Mancanza di testosterone (torna su)

L’ipogonadismo può essere presente sin dalla nascita (congenito) o può insorgere successivamente (acquisito). Le cause dell’ipogonadismo sono distinte a seconda di quale processo dell’asse ipotalamo – ipofisario sia interessato:

  • Ipogonadismo primario: l’alterazione responsabile è di pertinenza testicolare
  • Ipogonadismo secondario: l’alterazione responsabile è di pertinenza ipofisaria
  • Ipogonadismo terziario: l’alterazione responsabile è di pertinenza ipotalamica

La causa congenita più comune è la sindrome di Klinefelter. Questa patologia è causata da un cromosoma X supplementare. Provoca sterilità maschile, peli corporei e capelli radi, anomalo ingrandimento del seno (ginecomastia) e testicoli piccoli rispetto alla norma.

La diminuzione del testoterone può essere provocata da altre malattie genetiche come il deficit dell’LHRH (ormone ipotalamico) o dell’FSH come per esempio nella sindrome di Kallmann.

Altre cause congenite comprendono l’assenza dei testicoli (anorchia) e la mancata discesa dei testicoli nello scroto (criptorchidismo).

Le cause acquisite della mancanza di testosterone comprendono le seguenti:

  • Chemioterapia
  • Danno vascolare all’ipotalamo o all’ipofisi
  • Malformazione ghiandolare
  • Trauma cranico che compromette il funzionamento dell’ipotalamo
  • Infezione (per esempio meningite, sifilide, parotite epidemica)
  • Deficit isolato dell’LH (per esempio sindrome dell’ “eunuco fertile”)
  • Radioterapia
  • Trauma testicolare
  • Tumori ipotalamici o ipofisiari